Con questa nota, la numero zero, è nostra intenzione presentare il blog Arcadia, quale spazio di analisi, approfondimento e confronto, sui temi dell’igiene e sicurezza del lavoro e dell’ecologia.

Intendiamo farlo, come doveroso per chi, come noi, opera nel settore da qualche decade, in modo non banale, professionale, ma non limitato alla ristretta categoria degli addetti ai lavori. Quest’ultima impostazione, oltre che poco inclusiva, rischierebbe di trasformare questa iniziativa in un atto tristemente autoreferenziale. Viceversa, l’obiettivo di tutti i cultori della materia, deve essere quello di ampliare, il più possibile, l’ambito di discussione, approfondire i temi in modo serio, e contribuire a sviluppare, in ultimo, una cultura della sicurezza e della protezione ambientale, più consapevole e più attenta, oltre che meno incline alla, pur comprensibile, spinta emotiva che sovente prende il sopravvento al verificarsi di gravi eventi infortunistici o ambientali.

Pertanto, invitiamo tutti ad intervenire, proporre temi ed argomenti, insomma a partecipare attivamente alla vita di questa iniziativa.

Concludiamo con la frase di Vincent Van Gogh, che abbiamo scelto come nostro motto: ‘Non vivo per me, ma per la generazione che verrà’. In ultima istanza, tutti noi viviamo per la prossima generazione, e forse, in parte, anche per la successiva, ma il punto è se ne siamo del tutto consapevoli, se ci adoperiamo in tal senso, oppure se ci limitiamo a valutare gli eventi e le azioni, in modo bidimensionale, statico, con la logica del qui ed ora, invece di sforzarci di dare profondità e prospettiva al nostro pensiero.

L’approccio verso i temi della sicurezza sul lavoro e dell’ecologia è, prima di ogni altra cosa, un risvolto della nostra cultura del lavoro e non solo, e richiede profondità, visione di prospettiva, proiezione verso la ricerca di senso, ed è alla ricerca di quest’ultimo che intendiamo sviluppare il viaggio intrapreso con il blog Arcadia.

A presto,

Studio Arcadia Srl