La comunicazione preventiva diventa obbligatoria.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il DL n. 139/2021, recante “Disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonché per l’organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali”.

Il DL, in vigore dallo scorso 9 ottobre, modifica le disposizioni del DL n. 52/2021 in materia di obbligo di green pass nel lavoro pubblico e privato.

In particolare, l’art. 3 del DL inserisce nel DL n. 52 un nuovo art. 9-octies, che recepisce l’interpretazione, già sostenuta da Confindustria, in ordine alla c.d. comunicazione preventiva del mancato possesso del green pass su richiesta dal datore di lavoro.

Infatti, ai sensi della nuova norma, in caso di richiesta del datore di lavoro, allo scopo di garantire l’efficace programmazione del lavoro, i lavoratori sono tenuti a rendere le comunicazioni di cui agli artt. 9-quinquies, co. 6 (lavoro pubblico) e 9-septies, co. 6 (lavoro privato) del DL n. 52/2021 con un preavviso necessario a soddisfare le predette esigenze organizzative.

In altri termini, su richiesta del datore di lavoro, ai soli fini organizzativi aziendali, il lavoratore dovrà comunicare la previsione di non essere in possesso di certificazione verde Covid-19.
La nuova norma conferma, di fatto, che l’introduzione dell’obbligo di green pass all’interno dei luoghi di lavoro è finalizzata alla tutela della salute, ma, allo stesso tempo, non può limitare le attività imprenditoriali.

Pertanto, il D.L. definisce in modo chiaro, che il nuovo sistema di controlli green pass non riduce le prerogative organizzative del datore di lavoro, che è, infatti, legittimato a richiedere ai lavoratori di comunicare preventivamente il mancato possesso del green pass.

La richiesta del datore di lavoro può intendersi formulata nell’ambito della definizione delle modalità operative per lo svolgimento delle verifiche (procedura aziendale da predisporre entro il 15 ottobre p.v.).
Tale richiesta rappresenta, pertanto, la prima fase del processo di controllo.

Potete scaricare il documento cliccando su questo link.

I nostri tecnici sono a disposizione per i chiarimenti che fossero necessari.

Con fermezza e dedizione ce la faremo.

Studio Arcadia Srl