Come noto con la Legge n. 215/2021, pubblicata nella G.U. del 20 dicembre 2021 n. 301, è stato convertito in legge, con modificazioni, il Decreto Legge n. 146/2021, recante misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili.
In tale ambito sono state apportate anche modifiche rilevanti al D. Lgs. 81/2008, ovvero al Testo Unico Sicurezza sul Lavoro.
Tra queste riveste particolare importanza la parte relativa al tema dell’addestramento dei lavoratori ai fini della sicurezza.

In particolare l’articolo oggetto di modifica è il 37, nel quale, rispetto allo specifico tema dell’addestramento, pur restando fermo il fatto che lo stesso deve essere effettuato da persona esperta e sul luogo di lavoro, viene, inoltre, precisato che:


1. L’addestramento consiste nello svolgimento di prova prativa per l’uso corretto e in sicurezza di attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi, anche di protezione individuale, anche in relazione all’applicazione delle procedure di lavoro;
2. L’avvenuto addestramento dovrà essere tracciato in apposito registro, anche informatizzato.

Ciò premesso, pur in attesa dell’emanazione del nuovo Accordo Stato regioni, previsto entro il 30 giugno prossimo, si ritiene doveroso sottolineare l’importanza di procedere, puntualmente, allo svolgimento e alla registrazione dell’addestramento dei lavoratori, utilizzando apposita modulistica; infatti, in particolare l’obbligo di registrazione risulta essere, ad oggi, pienamente vigente e compreso nell’apparato sanzionatorio.

Il personale di questo studio è a disposizione per supportarVi per qualsiasi chiarimento o esigenza in merito.