Vi informiamo che in data 16 gennaio 2024 il Parlamento Europeo ha approvato in via definitiva nuove norme per ridurre al minimo le emissioni dei gas a effetto serra più inquinanti, in linea con gli obiettivi climatici.

Con 457 voti favorevoli, 92 contrari e 32 astensioni, i deputati hanno approvato un accordo raggiunto con il Consiglio per ridurre ulteriormente le emissioni di gas fluororati.

Nel testo si prevede una totale eliminazione graduale di idrofluorocarburi entro il 2050, compresa una traiettoria di riduzione della quota di consumo dell’UE tra il 2024 e il 2049. Vengono introdotti requisiti rigorosi che vietano l’immissione di prodotti contenenti gas fluorurati sul mercato dell’UE, e vengono specificate le date entro cui deve essere effettuata l’eliminazione graduale dell’uso dei gas fluorurati, in particolare nei settori in cui è tecnicamente ed economicamente fattibile utilizzare altro materiale, come nel caso della refrigerazione domestica, del condizionamento d’aria e delle pompe di calore.

L’accordo sulla riduzione delle emissioni di sostanze che riducono lo strato di ozono (in inglese ozone-depleting substances, ODS) è stato approvato con 538 voti favorevoli, 8 contrari e 13 astensioni.
Nel testo si introducono i requisiti per il recupero e il riciclaggio di tali sostanze nei materiali da costruzione durante le ristrutturazioni (che si trovano in particolare nelle schiume isolanti), le quali costituiscono la principale fonte di emissioni residue di ODS nell’UE. Si introducono inoltre esenzioni rigorose per il loro uso come materia prima (per produrre altre sostanze, ad esempio nell’industria farmaceutica o chimica), come agenti di processo, nei laboratori e per la protezione antincendio.

Il Consiglio Europeo dovrà ora approvare formalmente i testi, prima della loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Vi aggiorneremo sui prossimi sviluppi.